CRarchitect è Bim Ready - CRARCHITECT Studio di Architettura Alessandria - architetto

Vai ai contenuti
"Con il BIM (Building Information Modeling) i costi di costruzione in Italia possono scendere del 30% grazie alla drastica riduzione degli errori progettuali e di gestione del cantiere".
Cit. Lorenzo Bellicini, Direttore Generale del Cresme (Centro ricerche economiche e sociali del mercato dell'edilizia), fonte IL SOLE 24 ORE.
CRarchitect ed il BIM grafico esplicativo
   "CRARCHITECT" è BIM Ready    

Il processo edilizio, partendo dalla progettazione, per arrivare alla costruzione e gestione di qualsiasi opera, sta subendo una profonda e radicale rivoluzione, molto più importante di quando si passò, negli anni 90, dal Tecnigrafo al Cad, dovuta all'implementazione dei sistemi BIM.
La nostra decisione di investire le nostre conoscenze nell’adozione del BIM risale al 2005, precorrendo un preciso momento storico: questa tecnologia, in Italia, era agli albori.
Quella scelta, che allora rappresentava una visione o, per certi versi, una scommessa, ci consente di avere, OGGI, una concreta applicazione del processo creativo, avendo elevato enormemente la qualità progettuale: sono stati ridotti i costi e contestualmente le possibilità di errore sono state ridotte al minimo, soprattutto nella gestione dei flussi operativi.

   CHE COSA È IL BUILDING INFORMATION MODELING (BIM)?    
Con il termine Building Information Modeling (BIM) si intende una moderna tecnologia ma soprattutto un nuovo approccio di lavoro attraverso il quale viene prodotto un modello virtuale tridimensionale “intelligente” di un edificio.
Il modello sostiene il progetto in tutte le sue fasi consentendo una migliore analisi e controllo delle varie operazioni; una volta completato, permette una visione estremamente realistica di come risulterà l’opera prima di essere realizzata.
Ogni elemento contiene, come una sorta di database, tutti le reali caratteristiche (tipologia di materiale, geometria, costo, caratteristiche fisiche e chimiche ecc.). Tale automazione e digitalizzazione delle informazioni progettuali consente grandi benefici per la pianificazione, la fattibilità, la stima, l’analisi dei rischi e l’organizzazione di cantiere dell’opera.
Il modello finale così ottenuto è un prototipo costruttivo realistico cioè una sorta di vero archetipo virtuale del progetto che consente di sperimentare in tempi rapidi numerose varianti e scegliere la migliore prima di realizzare la struttura in loco.
Tramite l’approccio del Building Information Modeling (BIM) viene garantita inoltre la coordinazione tra le varie discipline che intervengono all’interno del progetto e ciò permette di eliminare in fase costruttiva interferenze ed errori.

   QUALI SONO I VANTAGGI DELL'APPROCCIO BIM?    
I vantaggi del sistema risultano maggiormente evidenti confrontando la progettazione tradizionale e quella basata sul BIM.
L’approccio di tipo tradizionale alla progettazione prevede normalmente l’impiego di software CAD, quasi esclusivamente con modelli bidimensionali, con la produzione di  una serie di disegni destinati alla stampa o allo scambio digitale.
La restante parte della documentazione progettuale (relazioni, computi, stime, cronoprogrammi, capitolati, contratti) viene invece elaborata senza nessun legame diretto o integrazione con il modello dell’opera.
L'assenza di questo legame diretto è fonte di una serie di criticità:

altissima la possibilità di commettere errori di coordinamento tra i vari elaborati;
la mancanza di organizzazione automatizzata e conseguente dispersione di risorse;
difficoltà nella gestione di qualsiasi tipo di variante.

Il BIM rappresenta una vera rivoluzione rispetto all’impostazione tradizionale annullandone le criticità e definendo nuovi standard di qualità alla progettazione.
I committenti e le imprese sono i principali beneficiari dei valori aggiunti che l'adozione del BIM rappresenta:
drastica riduzione degli errori progettuali;
radicale riduzione delle incongruenze tra progetto architettonico, strutturale, impiantistico, energetico;
possibilità di visualizzare l’opera in progetto non solo attraverso render fotorealistici, ma attraverso produzioni grafiche ed analitiche di estremo dettaglio;
riduzione drastica dei contenziosi in sede di appalto lavori tra committente e imprese;
stime delle quantità e dei costi di assoluta fedeltà;
possibilità di operare varianti illimitate in corso di progettazione con tempi di redazione estremamente ridotti.

    PERCHÈ SCEGLIERE CRARCHITECT?    
Progettiamo in modo virtuale attraverso l’uso del BIM:
implementiamo la progettazione di tipo tradizionale con modelli virtuali 3d intelligenti dei progetti.
Decisioni migliori per l’intero ciclo di vita dell’opera:
attraverso la creazione dei modelli BIM si può acquisire la piena consapevolezza del progetto facilitando il cliente ad essere consapevole delle sue scelte e dei suoi investimenti in tutto il ciclo di vita dell’opera.
Proponiamo diverse soluzioni progettuali in tempi rapidi:
grazie alla creazione del modello BIM del progetto possiamo fornire in tempi rapidi qualsiasi variante in tempi contenuti facilitando il cliente nelle sue scelte anche grazie all'aggiornamento della stima dei costi.
Consegna progetti in tempi più brevi:
la tecnologia BIM ci consente di velocizzare e migliorare la qualità dei processi progettuali.
Eliminazione errori progettuali:
il modello finale BIM creato contiene le informazioni di tutte le discipline intervenute nel progetto consentendo la verifica immediata delle interferenze e l'eliminazione degli errori progettuali.
Rappresentazioni grafiche convincenti:
partendo dal modello BIM tridimensionale forniamo al cliente rendering fotorealistici e video tour virtuali del progetto
Realistici e precisi computi metrici/analisi costi:
il modello BIM creato contiene le informazioni di tutte le discipline intervenute nel progetto  garantendo computi metrici e analisi costi rapidi e precisi.
Siamo al passo con le normative europee e con il mondo:
Con la direttiva europea del 2014 la UE invita i suoi Stati membri a  incoraggiare l’uso del Bim rendendolo obbligatorio, in qualità di standard di riferimento, nell’ambito dei progetti a finanziamento pubblico e dei concorsi di progettazione. Già il 60% dei Paesi Europei (soprattutto i Paesi nordici) utilizzano da tempo il BIM. Stati Uniti e Canada già da tempo utilizzano il BIM per qualsiasi tipo di progetto.

   A CHI CI RIVOLGIAMO?    
privati
general contractor
uffici tecnici privati e della pubblica amministrazione
contract
operatori immobiliari

Torna ai contenuti