CRarchitect News - CRARCHITECT Studio di Architettura Alessandria - architetto

Vai ai contenuti

Perchè scegliere un architetto

CRARCHITECT Studio di Architettura Alessandria - architetto
Pubblicato da in Ristrutturazioni · 12 Gennaio 2018
Tags: architettoperchè ristrutturare
Piccolo vademecum per capire di che cosa si occupa e perché sceglierlo.

Affrontare i lavori di RISTRUTTURAZIONE della propria abitazione, sia essa una grande casa in campagna o un piccolo alloggio in città, rappresenta per molti un motivo di preoccupazione.
Cosa devo fare? A quale impresa sarà meglio affidare i lavori? Quanto dureranno? Quali saranno i costi reali che dovrò affrontare?
Questi sono soltanto alcuni dei dubbi che, chiunque abbia affrontato almeno una volta dei lavori di ristrutturazione, si è trovato a dover affrontare.
Avere al proprio fianco un PROFESSIONISTA, che ti aiuti nelle scelte, diventa fondamentale per affrontare al meglio le insidie della RISTRUTTURAZIONE.

Chi è l’ARCHITETTO?
La figura dell'Architetto nell'immaginario collettivo è quella di un creativo, in alcuni casi “bizzarro”.
In realtà è un PROFESSIONISTA, che possiede anche una formazione molto più concreta di quanto si possa immaginare. Occupandosi, quasi sempre in prima persona, dell'intero PROCESSO PROGETTUALE E DI LAVORAZIONE, le CONOSCENZE DI UN ARCHITETTO devono essere molteplici: dagli aspetti burocratici a quelli strutturali; dagli impianti alle nuove tecnologie; dai materiali edili alle diverse tendenze proposte dalle aziende produttrici; la professione dell'Architetto richiede una formazione continua. Non bisogna dimenticare l’aggiornamento che deve essere fatto nell'uso dei software, dal disegno alla computazione, dalla visualizzazione Architettonica al BIM, quest'ultimo vero valore aggiunto tecnologico della moderna progettazione.
In alcuni casi la gestione della ristrutturazione necessita della consulenza di altre figure professionali: ingegneri, impiantisti, etc…, le cui competenze sono più settoriali e specialistiche, sostanzialmente diverse.
La differenza e il valore aggiunto rappresentato dall’ARCHITETTO, è la sua capacità di immaginare gli ambienti prima che siano costruiti: la sua formazione, la sua professionalità e, soprattutto la sua creatività, gli consentono di soddisfare al meglio le esigenze del committente. L’ARCHITETTO TRASFORMA LO SPAZIO IN BELLEZZA.

Come lavora un ARCHITETTO?
Non vi spiegheremo nel dettaglio come vengono affrontate tutte le fasi del progetto; vi spiegheremo il valore aggiunto che l'Architetto apporta ai vostri lavori.
Il primo passaggio, quello che spesso si sottovaluta pur essendo essenziale, è quello di capire le vostre esigenze e aiutarvi ad evidenziarle.
Chi affronta i lavori di ristrutturazione ha l'idea generale di ciò che vuole ottenere, di quali siano le proprie necessità, ma questo non vuol dire avere una soluzione. Anche se è chiaro l’obiettivo finale, le vie per ottenerlo possono essere molteplici ed ognuna portare con sé vantaggi e svantaggi.
Il compito dell'Architetto è quello di aiutarvi nel valutare al meglio tutte le soluzioni: la fattibilità, il risultato estetico e funzionale, i tipi di lavorazione necessari ed i tempi di attuazione, il costo indicativo e la rispondenza alle normative.
La sua funzione è anche quella di MEDIATORE e COORDINATORE di tutte le prestazioni e professionalità coinvolte durante l’intero processo costruttivo: impresari, impiantisti, fornitori, etc... E’ la figura che traduce le vostre esigenze in soluzioni tecniche, e vi aiuta a comprendere e valutare al meglio le varie opzioni che vi vengono proposte.
Durante l'intero percorso della RISTRUTTURAZIONE, l'ARCHITETTO metterà a vostra disposizione la sua esperienza grazie alla quale potrà proporvi delle soluzioni già sperimentate; materiali già collaudati con un’idea della qualità e dei costi.
Ogni ristrutturazione ha una “vita propria” ed è diversa da quella precedente; grazie all'esperienza ed alla professionalità l’ARCHITETTO si adopererà per personalizzarla a misura del proprio COMMITTENTE.
L'aiuto dell'Architetto diventa fondamentale anche nella gestione economica della ristrutturazione; il suo lavoro comprende anche la redazione di tutta quella documentazione necessaria per la richiesta dei preventivi alle imprese: dal capitolato descrittivo delle opere al computo metrico, dettagli che assicurano maggiore serenità e controllo sui costi del cantiere.

Qual è la qualità più importante dell'ARCHITETTO?
La risposta a questa domanda è forse la più difficile da dare.
Ciò che un buon Architetto dovrà fare per svolgere al meglio il proprio lavoro è prodigarsi per cercare di spiegare al cliente le differenze tra le scelte progettuali, tra i materiali, tra le diverse soluzioni e tecniche costruttive.
Non c'è mai un'unica soluzione ad uno stesso problema, soprattutto quando si parla di ristrutturazione. Il compito dell'Architetto e quello di proporre al cliente il ventaglio più ampio di soluzioni possibili, consentendogli di valutarle al meglio secondo i propri gusti ed esigenze.
A garanzia del proprio lavoro ci dovrà essere, per l’Architetto, l'INDIPENDENZA da imprese e fornitori: l'Architetto non dovrà rispondere a nessun altro se non a VOI, il CLIENTE.
Il compito dell'Architetto è quello di rappresentare al meglio gli interessi del proprio Committente: nei confronti dell’impresa esecutrice dovrà verificare l'esecuzione delle lavorazioni garantendo al contempo la migliore resa estetica; e il tutto senza che venga meno la sicurezza ed il rispetto della tecnica di realizzazione delle opere.

Quanto costa un ARCHITETTO?

Il compenso dell'Architetto è commisurato alla complessità delle opere ed al loro importo complessivo, oltre che all’impegno stimato ed alle responsabilità che dovrà assumersi.
Troppo spesso si vedono in rete offerte mirabolanti per prestazioni di architetti che, con parcelle “sotto costo”, offrono il proprio servizio.
Seppur bellissimo quello dell'Architetto è un lavoro complesso; per poterlo svolgere al meglio le spese che dovrà sostenere sono tante: un proprio studio, per quanto piccolo, ha dei costi di gestione che incidono, così come le licenze per i software e l'aggiornamento professionale; senza dimenticare l’iscrizione all'Ordine ed alla Cassa Previdenziale e poi, come tutti, le tasse.

PARCELLE TROPPO RIBASSATE non potranno che corrispondere a scarsa attenzione ai problemi del committente e a poca disponibilità.
Speriamo che questo piccolo Vademecum possa avervi convinto ad “investire” su un Architetto per affrontare i lavori di ristrutturazione della VOSTRA CASA.
Siamo certi che, in cambio, ne otterrete la realizzazione di spazi amabili e su misura per Voi; spazi creati o adattati alle Vostre abitudini e necessità e, a conti fatti, anche un risparmio economico e di tempo.





Torna ai contenuti